Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

"Vulcania. La Costituzione spiegata ai bambini" - 2 aprile 2023, ore 16.00

Data di pubblicazione:

mercoledì 9 novembre, 2022

Tempo di lettura:

4 min

L’educazione civica affrontata con simpatia e leggerezza!

La Stagione Domenicale del Teatro di Limbiate, via Valsugana, 1, di chiude il 2 Aprile 2023 alle ore 16.00 con Vulcania e la Compagnia Catalyst.

Uno spettacolo in grado di approfondire temi fondamentali per la convivenza civile e l’accrescimento della cultura storica, in una veste leggera e divertente dove la musica accompagna i giovani spettatori in un percorso alla scoperta della Costituzione.

Vulcania. La Costituzione raccontata ai bambini è uno spettacolo che segue il filone del teatro etico per le nuove generazioni, è la storia vera del Transatlantico Vulcania e dei suoi quattro personaggi che raccontano le loro quattro storie in quattro città diverse.

Lo spettacolo è ambientato su una nave che ha attraversato la storia del ‘900 come transatlantico, poi nave militare e ospedale, e infine nave da crociera lungo la rotta Genova/Napoli/New York: Vulcania, una leggendaria nave realmente esistita, che inscena diventa un non luogo, dove nel 1946 s’incrociano i destini dei 4 protagonisti. Bice,un’astronoma fiorentina, e Fifì, un maestro siciliano, vivono clandestinamente sul Vulcania dal ‘44. Sfuggiti alle retate fasciste, non sanno che la guerra è finita, trascorrono i loro giorni a bordo, ignari di tutto. Ma a nascondersi non sono i soli, anche le cameriere Lia e Rosa hanno i loro motivi per non scendere a terra…

Nel 1947 L’Italia è un luogo dove tutto sta per ripartire. La monarchia e il fascismo non esistono più e l’Assembla Costituente sta lavorando, articolo per articolo, alla stesura della Costituzione: il testo dei Principi fondamentali del nuovo stato democratico italiano. Su questo scenario che mescola la Storia alla fantasia, i nostri protagonisti immagineranno a loro volta una Carta dei Diritti e dei Doveri che unisca, difenda e protegga ogni cittadino.

Il contesto storico dello spettacolo è quello del primissimo dopoguerra italiano, in particolare il periodo che precede la stesura definitiva della Costituzione. I personaggi vengono a conoscenza, dopo anni passati isolati nella nave, di ciò che sta accadendo in Italia. Dopo l’arresto di Mussolini e il passaggio del governo nella mani di Badoglio, l’8 settembre 1943, giorno dell’Armistizio, l’Italia si schiera al fianco degli alleati. Inizia così il periodo più cruento della guerra per l’Italia, che si ritrova occupata dall’esercito tedesco e in pratica attraversata da una guerra civile.

Il 25 aprile del 1945 l’Italia è ufficialmente libera e la guerra è finita. Il Paese è però distrutto.

Ha inizio un lungo processo di ricostruzione,non solo degli edifici ma soprattutto dell’identità di un popolo e della sua forma di governo. Il primo importante passo è quello del Referendum del 2 giugno 1946: per la prima volta anche le donne possono votare, per la prima volta il popolo italiano viene coinvolto in una decisione fondamentale, quale la scelta della forma distato e l’elezione dei rappresentanti dell’Assemblea Costituente. Vince la Repubblica e i Savoia, ritenuti responsabili dell’ascesa del fascismo e della Guerra, vengono esiliati. L’Assemblea Costituentesi insedia il 25 giugno del 1946 per redigere la Carta: i lavori andranno avanti per oltre 18 mesi fino al 31 gennaio 1948, quando l’Assemblea Costituente si scioglie avendo terminato il proprio lavoro. I 4 protagonisti dello spettacolo si incontrano a bordo del Vulcania proprio in questo frangente. Le questioni che portano alla luce, sono quelle che riguarderanno poi i principi fondamentali della Costituzione, quegli stessi principi sentiti dalla popolazione come necessari per rifondare lo Stato Italiano: pace, uguaglianza, libertà, giustizia, diritto, dignità.

L’Assemblea Costituente è l’insieme dei rappresentanti dei cittadini, eletti democraticamente (cioè con elezioni a maggioranza), che si riunisce con lo scopo di scrivere gli articoli della nuova Costituzione di uno Stato. I rappresentanti eletti, nel caso dell’Italia del 1946, erano tra le migliori menti del Dopoguerra, oltre che eroi della Resistenza e personalità di spicco del panorama politico ed intellettuale. Quando incominciò i suoi lavori, a palazzo Montecitorio alle 16 del 25 giugno 1946, l’Assemblea costituente annoverava tra i più giovani deputati, Teresa Mattei, il cui fratello partigiano era stato torturato a morte dai nazisti nel 1944.

Anna Sarfatti è l’autrice del libro La Costituzione raccontata ai bambini a cui Riccardo Rombi si è ispirato per Vulcania. Dopo una lunga carriera come insegnante presso le scuole primarie, si è dedicata alla ricerca di percorsi e strumenti per promuovere la cultura dei diritti e della cittadinanza attiva tra i bambini. Su questi temi ha scritto molti libri tra cui La Costituzione raccontata ai bambini, in cui gli articoli vengono raccontati e spiegati in modo divertente e intelligente attraverso l’utilizzo delle filastrocche.

Età consigliata: 8-13 anni

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

09/11/2022